Crisi, Grecia: intesa nella Ue sui termini del prestito “d’emergenza”

Pubblicato il 9 Aprile 2010 21:06 | Ultimo aggiornamento: 9 Aprile 2010 21:06

I vice ministri delle Finanze di Eurolandia e i banchieri centrali avrebbero raggiunto un accordo sui termini del possibile prestito alla Grecia. Lo riferisce una fonte dell’Unione europea, spiegando che “è stato raggiunto un accordo”. L’intesa riguarderebbe anche il tasso d’interesse sul prestito, che – dice la fonte – «è quasi una copia esatta dei termini posti dal Fondo monetario internazionale».

Secondo la fonte l’ammontare dei possibili prestiti alla Grecia e la loro scadenza saranno proposti dalla Banca centrale europea e dalla Commissione Ue, che sarebbero incaricate di valutare le richieste di Atene. «La procedura – dice la fonte Ue – dovrebbe prevedere che la Grecia dice di non avere accesso a finanziamenti sul mercato, la Commissione europea e la Bce forniscono un’analisi che dimostra che è effettivamente così e indicano quali sono ammontare e scadenza necessari».

Una volta proposto l’ammontare del prestito «è necessario un accordo unanime dell’Eurogruppo».