Grom, chiudono le gelaterie. Unilever punta tutto sui supermercati

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Gennaio 2020 13:37 | Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio 2020 13:37
Grom, chiudono le gelaterie. Unilever punta tutto sui supermercati

Una gelateria Grom (Foto Ansa)

TORINO – Chiudono a raffica le gelaterie Grom. L’ultima a Torino, proprio nella storica via Cernaia, dove la favola di Federico Grom e Guido Martinetti era partita. E prima ancora hanno chiuso le gelaterie di Udine, Treviso, Modena, Mestre, Alessandria. Accade 5 anni dopo la scelta dei due fondatori di vendere al colosso olandese Unilever.

Il futuro del gelato fatto come una volta, con gli ingredienti di qualità, è nei supermercati. Unilever ha deciso infatti di puntare tutto sulla grande distribuzione, pur assicurando il ricollocamento del personale in esubero. Ma i gelati Grom perderanno la loro essenza artigianale, che era stata all’origine del loro successo, per diventare sempre più un prodotto industriale.

Che la grande distribuzione fosse uno dei possibili approdi era stato preventivato dallo stesso Grom, prima ancora di finire in pasto a una multinazionale. Perché all’estero i gelati si comprano al supermercato. Di qui la scelta di vendere nel 2015, per accedere ad economie di scala e raggiungere i giganti della distribuzione cinese come Sam’s Club, Cityshop, Ershang, Crv Olè, Jenny Lou’s.

Ora però, scrive il Corriere, Grom e Martinetti, tuttora presenti nel board della società, ma “con incarichi sempre meno operativi”, dovranno subire la decisione radicale di Unilever.

Fonte: Corriere