La Helios Technology condannata a pagare 30 milioni all’impresa cinese Ldk Solar

Pubblicato il 28 Ottobre 2010 8:39 | Ultimo aggiornamento: 28 Ottobre 2010 8:40

Helios Technology, società controllata dalla Kerself di Correggio (Reggio Emilia), dovrà pagare circa 30 milioni di dollari alla società cinese  Ldk Solar Co. Ltd. (Ldk). Lo ha stabilito l’arbitrato internazionale dell’International Chamber of Commerce di Parigi secondo cui il contratto tra le due aziende, relativo ad una fornitura ‘take or pay’ di wafers di silicio è valido ed efficace.

Helios Technology, sede a Carmignano di Brenta (Padova), circa 220 dipendenti e con un valore della produzione nel 2009 di circa 85 milioni, non è stata in grado di usufruire del contratto di fornitura perché, tra l’altro, i prezzi e le quantità previsti dal contratto non erano più competitivi rispetto all’andamento del mercato.

Helios e il Gruppo Kerself hanno fatto sapere di voler impugnare il provvedimento arbitrale ed opporsi al riconoscimento e all’esecuzione del lodo in Italia, in particolare in considerazione del contrasto di alcune disposizioni contenute nel lodo. Kerself, che ha già incontrato il top management di Ldk, si è reso disponibile ad individuare una o più soluzioni commerciali che, nell’interesse delle parti, risolvano la disputa.