Hermes rivede al rialzo gli obiettivi del 2010. Thomas: “Migliore anno della nostra storia”

Pubblicato il 10 Novembre 2010 21:06 | Ultimo aggiornamento: 10 Novembre 2010 21:06

Lo storico marchio del lusso francese Hermes ha rivisto al rialzo i suoi obiettivi per il 2010, che nelle previsioni dell’azienda potrebbe essere ”il migliore che abbia realizzato da almeno dieci anni, e forse in tutta la sua storia”. In piena bagarre con Lvmh, infatti, Hermes ha annunciato del terzo trimestre in cui, precisa la società in una nota, il fatturato è salito del 30,5% a 509 milioni di euro, dopo il +15% del primo trimestre e il +27% del secondo, spingendo il gruppo ad aumentare dal 12 al 15% le proprie previsioni di crescita per l’anno in corso. La borsa ne ha risentito positivamente, con un aumento del titolo del 7,58% a 166,05 euro, su un mercato in crescita dello 0,8%.

A trainare la performance sono stati soprattutto i settori della seta (+38%) e quello della pelletteria-selleria (+32%). Una situazione in cui gli azionisti familiari di Hermes, che detengono ad oggi il 73% circa, si dicono ”estremamente sereni” per l’ingresso nel capitale del numero uno di Lvmh, Bernard Arnault, contro cui preparano una ”difesa molto unita”. “Il 2010 – ha commentato l’amministratore delegato Patrick Thomas – sarà senz’altro il migliore degli ultimi dieci. E forse dell’intera storia della maison”.