Ikea, nuovo sciopero. E su Facebook la campagna dei clienti contro i tagli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 agosto 2015 13:10 | Ultimo aggiornamento: 3 agosto 2015 13:11
Ikea, nuovo sciopero. E su Facebook la campagna dei clienti contro i tagli

(Foto d’archivio)

ROMA – Nuovo sciopero dei lavoratori dell’Ikea. Dopo gli stop decisi nei giorni scorsi, il personale dell’azienda svedese è tornato ad incrociare le braccia nei negozi di Genova, Bologna, Firenze, Brescia, Padova, Roma, Napoli, Milano.

Mentre i dipendenti scioperano i clienti protestano sul web. Su Facebook, in particolare, è stata lanciata una campagna che invita a “bombardare” la pagina di Ikea Italia con il messaggio: “Ikea se tagli sul personale perdi un cliente abituale”.

Il motivo del rinnovarsi delle agitazioni in Ikea prova a spiegarlo Giuliana Mesina, di Filcams:

“Sono settimane che la discussione politica cerca di polarizzare la società sul tema dello sciopero, argomento spesso divisivo e ancor più spesso tema di propaganda da sventolare con la minaccia di manomettere nuovamente la Costituzione, ma nessuno ha ancora analizzato e compreso fino in fondo cosa sta succedendo in Ikea, dove le lavoratrici e i lavoratori stanno scioperando da più di un mese per difendere il loro contratto integrativo. Stiamo assistendo a una stagione di lotte inedita, non solo in Ikea, che dà il segno del livello di rabbia raggiunto nel Paese da lavoratori che non hanno intravisto neanche da lontano il cambiamento di verso promesso dal presidente del Consiglio e dal suo governo: i salari sono diventati terreno di scorribanda per le multinazionali, cui nessuno chiede conto di un piano industriale o di un progetto di sviluppo che preveda garanzie per l’occupazione. Il salario è diventato una variabile dipendente dal profitto, senza un minimo controllo sulle forme di precarietà che il Jobs Act ha incentivato a dismisura”.