Il Black Friday degli italiani, si compra sempre più online

Tra i dati che emergono dalla ricerca, c'è anche quello relativo alle forme di pagamento preferite: le carte di credito continuano a rappresentare lo strumento più apprezzato, ma sta crescendo anche l'attenzione per la dilazione dei pagamenti senza procedure complicate per l'apertura della pratica.

di Luca Viscardi
Pubblicato il 24 Novembre 2022 - 10:10
Black Friday italiani

Il Black Friday degli italiani, si compra sempre più online (foto ANSA)

Siamo finalmente arrivati alla data tanto attesa, quella del famigerato Black Friday, il venerdì degli sconti, che quest’anno sembra durare da mesi: con la complicità del marketing ossessivo, il giorno delle offerte si è trasformato in una vera e propria “Black Season”, la stagione degli sconti infiniti.

Per chi non lo sapesse, il Black Friday è una tradizione che abbiamo ereditato dagli Stati Uniti, un po’ come Halloween: il venerdì successivo al giorno del ringraziamento veniva caratterizzato dalle offerte speciali dei negozi, che, approfittando del lungo ponte festivo, davano il via alle vendite natalizie, con una scontistica fenomenale, garantita per sole 24 ore.

In contrapposizione all’iniziativa dei commercianti, negli anni 2000 è arrivata la proposta degli operatori del commercio elettronico chiamata Cyber Monday: a breve distanza dal venerdì nero, una nuova ondata di sconti per promuovere gli acquisti su internet.

Con il passare del tempo i due eventi si sono fusi e siamo arrivati alla condizione attuale, in cui il black Friday sembra durare tre mesi e rappresenta un’occasione meno ghiotta per gli affari, perché inserita in un contesto commerciale in cui gli sconti sono presenti stabilmente nell’ultimo periodo dell’anno.

Pochi giorni prima del famigerato Black Friday, Klarna, società che si occupa di pagamenti, ha realizzato un’indagine per cercare di capire cosa compreranno gli italiani e in che modo lo faranno. La ricerca non si è spinta fino a capire quanto spenderanno gli italiani, ma ci dà comunque uno spaccato interessante sul cambiamento in corso delle abitudini.

Il dato più scontato è probabilmente quello relativo all’adesione all’iniziativa: circa 7 italiani su 10 cercheranno di trovare qualche offerta, per la precisione saranno il 78% della popolazione attiva.

Una prima sorpresa: dove compreranno gli italiani

Il primo dettaglio sorprendente, però, arriva dal modo in cui gli italiani spenderanno i loro soldi, perché il 58% dichiara che farà acquisti online, solo il 20% nei negozi fisici. Potremmo pensare che la stratificazione del campione ha alterato questo dato: in effetti, se si guardano i più giovani questa percentuale sale addirittura al 90%, quindi l’incidenza nella popolazione adulta è sensibilmente più bassa. Ciò nonostante quel 58% è utile a capire quanto velocemente e radicalmente stiano cambiando le abitudini di acquisto nelle nuove generazioni.

Bisogna anche sottolineare che quello stesso 58% degli acquisti fatto con negozi online ci mette allo stesso livello degli Stati Uniti; per un confronto con gli altri paesi europei, è interessante notare che questa percentuale in Spagna scende al 49%, in Francia addirittura al 42%.

Cosa compreranno gli italiani per il Black Friday

L’indagine di Klarna su italiani e Black Friday ci fornisce anche qualche dato su cosa acquisteremo: il 40% degli appassionati di shopping andrà alla ricerca di un’occasione nel segmento dell’abbigliamento e delle calzature.

Il 30% di coloro che faranno acquisti esplorerà invece il settore dello sport e del tempo libero, mentre il beauty rimane tra i segmenti più apprezzati con un buon 28%. L’elettronica di consumo raccoglie la stessa percentuale di interesse, ma è leggermente in calo rispetto al passato, probabilmente paga la stagione infinita degli sconti, dell’ultimo periodo dell’anno.

Perché gli italiani comprano online

La ricerca di Klarna ci restituisce anche qualche evidenza un po’ scontata, come i motivi per cui gli italiani scelgono dove acquistare: Internet gode della preferenza di chi vuole praticità, comodità e una maggiore varietà di scelta.

Coloro che optano per i negozi fisici, lo fanno perché preferiscono il contatto interpersonale, perché trovano maggiore competenza in coloro che assistono e perché il procedimento di reso dei prodotti diventa più facile.

Interessante, invece, l’informazione relativa al processo di acquisto, che nel caso delle generazioni più giovani diventa meno impulsivo e più ragionato, con un’attenta analisi delle varie proposte sul mercato, attraverso ricerche sulla rete, prima di completare la transazione.

Tra i dati che emergono dalla ricerca, c’è anche quello relativo alle forme di pagamento preferite: le carte di credito continuano a rappresentare lo strumento più apprezzato, ma sta crescendo anche l’attenzione per la dilazione dei pagamenti senza procedure complicate per l’apertura della pratica. Negli Stati Uniti lo chiamano BNPL, Buy Now Pay Later: permette di dilazionare in tre o quattro rate un acquisto, senza dover affrontare complicati processi di approvazione. Piace al 35% degli intervistati ed è una delle condizioni che vengono valutate prima di fare un acquisto, vengono cioè scelte le attività che propongono questa formula di pagamento.

Quanto spenderanno gli italiani per il Black Friday?

In questi giorni sono circolate diverse stime sulle spese degli italiani per il black Friday, i dati cambiano a seconda del tipo di elaborazione, ma c’è un unico fattore comune: la spesa sarà più bassa che negli anni precedenti, a causa del contesto complicato in cui ci muoviamo.

Non va sottovalutato, però, anche l’effetto “marmellata”, quello dato dalla scelta di spalmare un’attività speciale, prima concentrata in un giorno, per farla diventare un evento che sembra non finire mai. Un’altra vittima del marketing esasperato.