Imu: 1 luglio ultimo appello, scade ravvedimento. 2012? Con un po’ di interessi

Pubblicato il 30 Giugno 2013 10:08 | Ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2013 10:08

Imu: il 1 luglio ultimo appello, scade il termine del “ravvedimento sprint” ed è ancora “possibile sanare i mancati versamenti”.

È una specie di “last call” negli aeroporti quello che lancia il Sole 24 ore ai proprietari di immobili che non hanno ancora pagato la prima rata Imu del 2013, scaduta il 17 giugno. Essi

“possono fruire del ravvedimento sprint entro 14 giorni dalla scadenza, cioè entro il 1° luglio 2013. Con il ravvedimento “sprint”, la sanzione ordinaria del 30%, applicabile sui tardivi od omessi versamenti di imposte, si riduce allo 0,2% per ogni giorno di ritardo. Nel calcolo delle somme da pagare, oltre alle sanzioni, oc

Imu: 1 luglio ultimo appello, scade ravvedimento. 2012? Con un po' di interessi

Mario Monti: il papi dell Imu

corre anche considerare gli interessi dovuti nella misura del 2,5% annuo. In caso di pagamento delle sole imposte, entro i 14 giorni successivi alla scadenza, il ravvedimento “sprint” può essere fatto entro il termine di 30 giorni dalla scadenza originaria del versamento, cioè entro il 17 luglio”.

Ma nel paese dove non è mai troppo tardi, c’è anche un pro memoria sul

“ravvedimento lungo dei contribuenti che hanno omesso o versato in ritardo l’Imu 2012. I contribuenti possono fruire della riduzione della sanzione ad un ottavo del minimo, cioè al 3,75%. Per fruire del ravvedimento “lungo”, nel calcolo delle somme da pagare, oltre all’ Imu dovuta e alle sanzioni, occorre anche considerare gli interessi del 2,5% annuo”.