Imu agricola è legge. Si paga entro marzo. Chi paga e chi no

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Marzo 2015 13:25 | Ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2015 13:25
Imu agricola è legge. Si paga entro marzo. Chi paga e chi no

Imu agricola è legge. Si paga entro marzo. Chi paga e chi no

ROMA – Imu agricola è legge. Niente sanzioni se paghi entro marzo. L’Imu agricola, la tassa sui terreni fuori dai centri urbani, è legge: va quindi pagata, a meno di non risiedere in quei comuni montani esclusi dal tributo. Se l’imposta viene pagata entro marzo non si incorre in nessuna sanzione.

E’ stato dato oggi 19 marzo, infatti, il via libera definitivo della Camera al decreto legge sull’Imu agricola, che proroga tra l’altro  l’esercizio della delega fiscale. Il testo è stato già approvato dal Senato e non è stato modificato durante l’iter a Montecitorio. I sì sono stati 272, i no 153, 15 gli astenuti.

Chi paga e chi no. Senza modifiche significa che saranno 3.456 (prima erano 1.498) i Comuni che rientreranno nei nuovi criteri per il pagamento con esenzione totale. Mentre nell’esenzione parziale rientreranno 655 Comuni, in base al decreto legge che rivede i criteri per l’Imu sui terreni agricoli relativi al 2014, con l’applicazione dei criteri di “montanità” elaborati dall’Istat (e non più secondo i criteri altimetrici bocciati dal Tar del Lazio). Nei comuni parzialmente montani non pagano l’Imu i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli.

Le incognite sui criteri altimetrici Istat. Come aveva fatto sui precedenti criteri, il Tar del Lazio ha già inoltrato una nuova istanza per capire come fa l’Istat a distinguere i comuni in “montani”, “parzialmente montani” e “non montani”. Il Tar ha chiesto una “dettagliata relazione” che spieghi i criteri, solo dopo deciderà in merito.