Imu e Irpef città per città: a Roma per una famiglia rincaro del 154%

Pubblicato il 12 Marzo 2012 9:57 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2012 10:03

ROMA – Dall’aumento combinato del prelievo Imu e delle addizionali Irpef regionali e comunali cerchiamo di verificare la consistenza della stangata fiscale, visto che agirà a in maniera diversa città per città. In alcune l’incremento della tassazione varrà solo per l’Imu, in altre solo per l’Irpef, nelle più sfortunate, magari vincolate a bilanci più sofferenti, varrà per entrambe. Il Sole 24 Ore riferisce sugli aumenti dei capoluogo di provincia che hanno risposto al quotidiano sulle ipotesi allo studio per l’aumento dell’addizionale comunale all’Irpef e la definizione delle aliquote Imu.

Una simulazione condotta su Milano, Roma e Bari ci permette di concretizzare l’entità degli aumenti, che possono arrivare al 150%, che sosterranno due tipologie diverse di contribuenti. Una famiglia di lavoratori autonomi (diciamo avvocato e commercialista) con un imponibile di 18 e 25 mila euro l’anno, due figli e prima casa di proprietà (6 vani, cloasse A3, zona semicentrale). Un single lavoratore dipendente con un imponibile di 44 mila euro l’anno, prima casa di proprietà (4 vani, classe A3, zona centrale) e un piccolo alloggio al mare (3 vani, categoria A3).

Milano. Per la famiglia la stangata vale 394 euro, un aumento del 90%: pagava 435 euro nel 2011, pagherà 829 euro nel 2012. Per il single salasso più consistente, + 114%.: pagava 1034 euro nel 2011, pagherà 2212 euro, una differenza di 1178 euro.

Roma. Qui il rincaro per la famiglia è il più sostanzioso, dal momento che sulla prima casa l’aliquota Imu è più alta. Se pagava 727 euro l’anno nel 2011, il complesso di tasse la porterà a sborsare 1846 euro l’anno nel 2012, un aumento del 154%. Il single si vedrà aumentate le tasse da 1284 euro del 2011 a1974 euro del 2012, una differenza di 690 euro.

Bari. L’incremento per la famiglia pesa 356 euro, una differenza del 50%: dai 706 euro del 2011 ai 1062 del 2012. Per il single incremento del 65%, una differenza di 732 euro: dai 1121 euro del 2011 ai 1853 euro del 2012. Famiglie e e single affronteranno un ulteriore aumento rispettivamente di 129 e 132 euro nel 2013 per effetto del possibile ritocco dell’addizionale comunale.

Maggiorazioni Irpef e Imu. Aumenteranno entrambe le tasse a Bari, Bergamo, Brescia, Caserta, Ferrara, Latina, Parma, Pesaro, Urbino.

Solo Irpef. Agrigento, Carbonia, Catanzaro, Chieti, Macerata, Sanluri, Teramo.

Solo Imu. Aosta, Avellino, Benevento, Bologna, Firenze, Forlì, Genova, Gorizia, Lecce, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza, Nuoro, Pordenone, Reggio Emilia, Roma, Rovigo, Salerno, Torino, Trento, Vicenza.

Imu, graduatoria prime 10 città. Prendendo a campione un appartamento di 100 mq in zona semicentrale: Venezia 1563 euro, Roma 1444 euro, Salerno 1246 euro, Verona 1147 euro, Savona 1128 euro euro, Torino 1029 euro, Bologna 1009 euro, Como 969 euro, Firenze 969 euro, Genova 930 euro.