Imu 2013 sostituisce Irpef: niente oneri su terreni e fabbricati

Pubblicato il 11 Giugno 2013 9:13 | Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2013 9:14
Imu 2013 sostituisce Irpef: niente oneri sui renditi fondiari

Imu 2013 sostituisce Irpef: niente oneri sui renditi fondiari

ROMA – Imu 2013 sostituisce Irpef: niente oneri sui renditi fondiari. L’abitazione principale, la casa “a disposizione”, le unità non locate (fabbricati) o non affittate (terreni) e quelle a uso promiscuo del professionista non concorrono a formare il reddito imponibile. E’ l’effetto sostitutivo di Imu 2013 che cancella gli oneri nei confronti dei soggetti Irpef, incluse le società semplici. 

Parliamo dei renditi fondiari, cioè quelli dei terreni e dei fabbricati che già sono o devono essere iscritti nel catasto dei terreni e in quello edilizio urbano. I renditi fondiari, a prescindere se siano messi a profitto, concorrono a formare il reddito complessivo di un contribuente (redditi dominicali, agrari e da fabbricati): laddove non siano esenti dal tributo locale, gli oneri derivanti sono assorbiti dall’Imu.

Per le case nel fondo patrimoniale l’assorbimento dell’imposta sui redditi vale per entrambi i coniugi (metà per uno): in sede Imu, che non prevede questo dimezzamento, l’opinione prevalente è che soggetto passivo sia solo il proprietario.