Imu sulla prima casa più leggera dell’Ici se si hanno figlia a carico

Pubblicato il 8 Marzo 2012 12:59 | Ultimo aggiornamento: 8 Marzo 2012 13:16

VENEZIA – L'Imu sulla prima casa sara' piu' leggera dell'Ici, almeno per quasi tutte le famiglie con figli a carico. In termini assoluti, invece, l'Imu pesera' mediamente di piu' sulle tasche dei proprietari di prima casa residenti a Roma (397 ), a Bologna (345 ) e a Bari (297 ).

A questo risultato e' giunta la Cgia di Mestre che ha fatto un confronto tra quanto pagavamo di Ici qualche anno fa (tenendo conto delle aliquote e delle detrazioni applicate allora) e quanto pagheremo quest'anno con l'introduzione dell'Imu, ipotizzando che tutti i sindaci dei Comuni analizzati nella simulazione applicheranno l'aliquota ordinaria del 4 per mille.

Nell'applicazione dell'imposta, si e' considerata la detrazione di 200 euro prevista dalla legge per ogni casa principale e gli ulteriori 50 euro che saranno riconosciuti per ogni figlio a carico (under 26) sino ad un massimo di 8. A fronte di queste ipotesi, la Cgia ha 'costruito' due scenari: differenza Ici/Imu prima casa senza figli e con a carico. Per le abitazioni di proprietari senza figli a carico, i vantaggi saranno di tutto rispetto, soprattutto per gli immobili a Savona (-134 euro), Taranto (-133), e Varese (-101).

''Solo'' 33 Comuni capoluogo su 101 (il 33% circa del totale) subiranno degli aumenti rispetto a quanto pagavano con l'Ici. Gli incrementi piu' significativi interesseranno Bari (+70 euro), Roma (+71), Lecce (+72) e Venezia (+78). Per le prime case di proprietari con un figlio a carico la situazione migliora ulteriormente. Otto Comuni capoluogo si troveranno a pagare di piu' rispetto a quanto pagavano prima, mentre con ulteriori figli a carico in tutte le citta' l'Imu sara' piu' leggera dell'Ici.

In linea generale, secondo la Cgia, quando la rendita catastale di un'abitazione principale supera i 620 euro, l'Imu diventa piu' ''pesante'' rispetto all'Ici. Inoltre, per alcuni Comuni, l'Imu con aliquota al 4 per mille da' un valore di imposta pari a zero. Cio' e' dovuto al fatto che le detrazioni applicate azzerano l'imposta.