Imu e tariffe: 500 euro in più a famiglia. Autonomi: 6 € su 10 al Fisco

Pubblicato il 7 Maggio 2012 12:23 | Ultimo aggiornamento: 7 Maggio 2012 12:23

ROMA – Il dato del 45% di pressione fiscale che la Banca d’Italia stima per il 2012 si presta a letture ancora più impressionanti. Per esempio la stessa pressione per un lavoratore autonomo con un  reddito di 50 mila euro arriva addirittura al 62%. Significa che per un piccolo imprenditore che abbia sempre pagato le tasse vale la regola che sei euro ogni dieci vanno al Fisco. Se il reddito del lavoratore autonomo fosse di 30 mila euro la somma di imposte e contributi da versare sarebbe pari al 59%. La stima dell’associazione dei Commercialisti è stata pubblicata da Italia Oggi.

E’ importante guardare dentro a quel 45% ufficiale, una media che in quanto tale va interpretata. Intanto per chi le tasse le paga regolarmente quella percentuale va elevata subito fino al 50%. Sì, perché va considerato il denominatore approssimato per difetto, in quanto c’è un 10/15% documentato di economia sommersa. Intanto, per gli effetti combinati dell’Imu e degli aumenti assortiti sulle tariffe, la spesa per una famiglia tipo aumenterà del 20%. Sulle seconde case i rincari arriveranno a un terzo. Con il Sole 24 Ore vediamo nel dettaglio a quanto ammontano gli aumenti rispetto alle diverse tipologie familiari. Più in generale la pressione fiscale sugli immobili sfiorerà i 55 miliardi quest’anno, erodendo in tributi il 3% del Pil.

Single, +12%. Proprietario di un bilocale di 50 metri quadrati (337,50 euro di rendita catastale già rivalutata del 5%). All’anno consuma 1.200 chilowattora di energia elettrica, 750 metri cubi di gas mentre i consumi di acqua ammontano a 80 metri cubi nell’arco dei 12 mesi +12%. Nell’aumento complessivo di 127 euro spicca il rincaro della bolletta del gas per cui il single spenderà in più 67 euro.

Coppia con due bambini, +20,7%. Possiede un appartamento di 108 metri quadrati (rendita rivalutata di 850 euro). Solo di Imu spenderà 244 euro. Il consumo annuale di energia elettrica è pari a 2.700 chilowattora, quello di gas ammonta a 1.600 metri cubi e quello idrico a 160 metri cubi: +61 euro di elettricità, +141 di gas, +11 di acqua, +5 euro di rifiuti.

Coppia di anziani, +19,2%. In pensione, possiede un appartamento di 90 metri quadrati (540 euro di rendita rivalutata). Di Imu +146 euro. Il consumo annuale di energia elettrica è pari a 1.800 chilowattora, quello di gas ammonta a 1.200 metri cubi e quello idrico a 100 metri cubi: +43 euro di elettricità, +106 di gas, +7 di acqua, +12 euro di rifiuti.