Indice Robin Hood, quanto i ricchi potrebbero dare ai poveri

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Settembre 2015 7:46 | Ultimo aggiornamento: 23 Settembre 2015 0:11
Indice Robin Hood, quanto i ricchi potrebbero dare ai poveri

Robin Hood

ROMA – “Rubo ai ricchi per dare ai poveri”, è universalmente riconosciuta come la frase più famosa di Robin Hood. E l’agenzia Bloomberg sceglie proprio l’eroe della leggenda britannica per dare il nome ad un nuovo indice che immagina cosa succederebbe se, senza rivoluzioni, i più ricchi del mondo lasciassero tutta la loro fortuna ai più poveri del loro paese, imitando, in realtà, più San Francesco che Robin Hood.

Bill Gates potrebbe dare 1.736 dollari ad ognuno dei più bisognosi degli Stati Uniti. In Italia toccherebbe a Giovanni Ferrero, patron della Nutella a elargire 1.287 dollari (circa 1.135 euro al cambio attuale). Con tutti i poveri che esistono in India, i circa 20 miliardi di dollari di patrimonio di Mukesh Ambani diventerebbero: 59 dollari, quanto basta per 118 pasti a base di riso e verdure.

Decisamente meglio vanno le cose in paesi come Cipro e in Svezia, dove i poveri, oltre a vivere, i primi in un’isola bellissima e i secondi in uno dei paesi più efficienti e solidali del mondo, incasserebbero l’assegno più alto: quasi 46mila e oltre 33mila dollari rispettivamente, e questo grazie a una bassa popolazione. C’è anche da considerare che – in Svezia soprattutto – l’equità è di casa e il prodotto pro capite è altissimo: quasi 60mila dollari.