Industria, fatturato fermo a marzo: ribasso record dal 2009

Pubblicato il 18 Maggio 2012 10:38 | Ultimo aggiornamento: 18 Maggio 2012 11:00

ROMA – Il fatturato dell’industria a marzo resta fermo su febbraio (dato destagionalizzato), mentre cala del 3,1% (dato corretto per effetti calendario) su base annua. Lo rileva l’Istat. Sulla negativa performance pesa l’andamento del mercato interno. Gli ordinativi dell’industria a marzo aumentano del 3,5% su base mensile (dato destagionalizzato), mentre calano del 14,3% su base annua (dato grezzo). Si tratta del ribasso tendenziale piu’ forte dall’agosto del 2009.

L’aumento congiunturale e’ sintesi di incrementi del 2,6% degli ordinativi interni e del 5,1% di quelli esteri. Nella media degli ultimi tre mesi, invece, gli ordinativi totali diminuiscono del 5,1% rispetto al trimestre precedente. Passando al confronto tendenziale la forte riduzione di marzo risente di una caduta sul mercato nazionale pari al 16,5%; ma anche il mercato estero a marzo fa registrare un dato ampiamente negativo (-11,0%) .

Analizzando l’andamento sotto il profilo settoriale, su base annua aumenti degli ordinativi riguardano la fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi (+1,7%) e la fabbricazione di mezzi di trasporto (+1,0%); le diminuzioni piu’ rilevanti si registrano nella fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (-29,5%) e nella metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (-25,4%).