Industria, Istat: fatturato febbraio +1,5%, +12,8% annuo

Pubblicato il 20 Aprile 2011 10:08 | Ultimo aggiornamento: 20 Aprile 2011 10:32

ROMA – Il fatturato dell’industria italiana a febbraio ha registrato un aumento dell’1,5% (dato destagionalizzato) rispetto a gennaio e dell’12,8% (dato corretto per gli effetti di calendario) rispetto a febbraio del 2010. La crescita mensile e’ stata trainata dal mercato interno, mentre quella annua e’ stata spinta dal mercato estero. Lo rende noto l’Istat, sottolineando l’incremento ”significativo” a livello congiunturale.

Il fatturato su base mensile e’ salito dell’1,8% sul mercato interno e dell’1,0% su quello estero, mentre su base tendenziale e’ aumentato del 17,7% sul mercato estero e del 10,9% sul quello interno. Guardando ai principali raggruppamenti d’industrie, fa sapere sempre l’Istat, gli indici destagionalizzati del fatturato segnano aumenti congiunturali del 2,8% per l’energia, del 2,0% per i beni strumentali, dell’1,6% per i beni intermedi e dello 0,7% per i beni di consumo.

All’interno di questi ultimi, i durevoli crescono del 4,5%, mentre i non durevoli registrano una variazione nulla. Nel confronto tendenziale, il contributo piu’ ampio alla crescita del fatturato viene dalla componente relativa ai beni intermedi, sia per il mercato interno, sia per quello estero. I settori di attivita’ economica per i quali si registrano, rispetto a febbraio 2010, gli incrementi maggiori del fatturato totale sono quelli della metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (+30,7%) e della fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (+25,5%).