Infrastrutture: mentre tutti vanno avanti, in Italia non si investe più

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 dicembre 2018 14:09 | Ultimo aggiornamento: 13 dicembre 2018 14:09
Infrastrutture: mentre tutti vanno avanti, in Italia non si investe più

Infrastrutture: mentre tutti vanno avanti, in Italia non si investe più

ROMA – Nel mondo il mercato delle infrastrutture presenta un tasso di crescita media annua per il periodo 2016-2021 superiore al 6%. In Italia è l’1,3%. Un dato abbastanza rilevante per dare l’idea di come nel nostro paese si investa poco nelle infrastrutture. Mercato delle infrastrutture in crisi da oltre 10 anni con gli investimenti infrastrutturali in continua decrescita per un valore di circa 11 miliardi in 10 anni, una contrazione del 26%. In rapporto al Pil del paese, esso ha iniziato un processo di decrescita a partire dal 2004, passando dal 3% al minimo storico del 1,9% nel 2017, con una conseguente perdita di occupazione e di investimenti.

Una carenza di infrastrutture e quindi investimenti nelle grandi opere che ha fatto allarmare anche i grandi imprenditori italiani i quali hanno visto una notevole diminuzione dei cantieri. Giorni fa a Torino (città scelta  non a caso per via della Tav) i vertici di Confindustria e le altre associazioni imprenditoriali insieme, si sono riunti tutti insieme e tutti intenzionati a manifestare per chiedere di inserire tra le priorità del governo le grandi opere e la riapertura di nuovi cantieri. Ecco il perché delle Officine Ogr come luogo, e la scelta di Torino, città simbolo del duello sulla linea ad Alta velocità Torino-Lione.

Eppure il settore delle infrastrutture in Europa è in espansione: nel solo 2017 gli investimenti sono stati pari a 443 miliardi di dollari, con un incremento previsto di oltre il 4% medio annuo, sia nel 2018 che nel 2019. Per il periodo 2018-2020, nei primi 10 mercati dell’Unione Europea è previsto oltre un trilione di euro di investimenti nel settore. La Germania entro la fine del  2018 investirà 58,28 miliardi di euro per le infrastrutture di trasporto.La Spagna negli ultimi 10 anni ha investito circa 450 miliardi di euro. La Francia nel 2018 investe 48,2 miliardi di euro, con una crescita stabile anche per i due anni successivi (+ 3% nel 2019 e + 2,6% nel 2020). In Italia invece siamo fermi…