Inps. Cud ai pensionati via web: l’odissea parte col pin

Pubblicato il 7 Marzo 2013 11:50 | Ultimo aggiornamento: 7 Marzo 2013 11:51
tasse pensionati cud inps

Tasse. Cud ai pensionati via web: l’odissea parte con il Pin

ROMA – Tasse. Cud ai pensionati via web, un’odissea che si rivela fin dall’inizio con l’inserimento del Pin, il proprio codice identificativo. Codice che si può ricavare dal sito Inps alla sezione “Servizi/Pin online”, oppure richiedere in una sede Inps, al contact center, ma che, a una prima visione dell'”incartamento digitale” rappresenta un ostacolo insormontabile.

La novità è grande: la pubblica amministrazione comunica con i cittadini e certifica solo attraverso il web. La legge di Stabilità impone risparmi e quindi basta con le buste inviate via posta. Anche il Cud, la certificazione unica dei redditi, si compila già da quest’anno al computer.

Come fare. Digita www.inps.it. Sul sito dell’Inps sono contenute le istruzioni per la compilazione del modello Cud. “Il cittadino potrà visualizzare e stampare il proprio Cud direttamente sul sito istituzionale www.inps.it, secondo il seguente percorso: Servizi al cittadino – inserimento codice identificativo PIN – Fascicolo previdenziale per il cittadino – Modelli.

Inserisci il Pin. E’ il primo vero intoppo. Si può telefonare allo 803164, il numero del contact center dell’Inps. In alternativa si può cliccare sulla sezione “Servizi/Pin online”.

Chi non ci riesce.  Non tutti i pensionati sanno orientarsi nel mondo digitale. Per loro è attivo un numero verde (800434320) dove possono chiamare per farsi inviare il vecchio Cud cartaceo direttamente a casa. Per ottenere questa modalità (il Cud a casa) si può fare la fila agli sportelli territoriali dell’Inps, o dell’ex Enpals o ex Inpdap: attenzione, però, solo fino a marzo, già da aprile lo sportello preferenziale dedicato al Cud dipenderà dalla sensibilità di ogni singolo ufficio.

Pensionati over 85 accompagnati, deleghe. Gli ultraottantacinquenni titolari di indennità di accompagnamento possono richiedere all’operatore dello Sportello Mobile della propria sede Inps l’invio a domicilio del Cud. Per ritirare il documento al posto del genitore o parente infermo bastano un documento valido, la delega, la fotocopia del documento di riconoscimento dell’interessato.