Inps. Tito Boeri, stipendio da 102mila euro. Mastrapasqua 1,2mln. 12 volte tanto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 febbraio 2015 11:23 | Ultimo aggiornamento: 24 febbraio 2015 13:29

ROMA –  Tito Boeri presidente dell’Inps, stipendio ridotto ad un dodicesimo rispetto al predecessore Antonio Mastrapasqua: da 1 milione e duecentomila euro a 102mila euro lordi l’anno. La cifra rispecchia la campagna di contenimento degli stipendi dei manager pubblici voluta dal governo Renzi, che ha previsto un tetto di 240mila euro lordi annui. Boeri prenderà ancora meno: meno della metà.

Rinaldo Gianola sul Corriere della Sera si domanda se sia una retribuzione equa, considerato anche che Boeri ha assunto come direttore generale Massimo Cioffi, ex manager Enel, che prende uno stipendio in base al mercato.

Forse il neo-presidente rimedierà allo scarso stipendio occupando altre poltrone? Mastrapasqua ne occupava 25. Boeri, scrive Gianola,

“non vuole allargarsi. Ha affittato una casa a Roma, vuole tagliare subito le spese postali e scrive la nuova governance dell’Inps, con un cda snello di tre membri. E sottoscriverà una polizza assicurativa. Non si sa mai”.