Investire durante e dopo la crisi coronavirus

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Maggio 2020 8:03 | Ultimo aggiornamento: 4 Maggio 2020 11:04
Investire durante e dopo la crisi coronavirus

Investire durante e dopo la crisi coronavirus (Foto Ansa)

ROMA – Nelle ultime settimane il nostro Paese è stato coinvolto in una importante emergenza sanitaria, causata dal virus Covid-19. Molte persone sono state infettate e questo ha costretto il governo al cosiddetto lockdown, ossia alla chiusura della gran parte delle attività, industriali e non.

Con il passare delle settimane il virus sembra essersi quietato, o almeno i contagi sono in numero decrescente. La quasi totale inattività di molte attività sta però già mostrando i propri frutti, che preannunciano una crisi economica. Gli investitori sono per questo fortemente preoccupati, considerando anche che la Borsa ha mostrato alcune giornate nere.

È possibile investire in Borsa oggi?

La Borsa sta mostrando segnali poco rassicuranti, nonostante questo sono numerosi coloro che ancora oggi investono in questo settore.

Anche perché l’andamento altalenante porta a una elevata volatilità e a conseguenti maggiori possibilità di guadagno. Il problema sta nella scelta delle società su cui puntare: in piena emergenza sanitaria alcune società perdono costantemente terreno, mentre altre mostrano la loro stabilità.

Gli indicatori da osservare sono però differenti da quelli che si tenevano sotto controllo solo qualche mese fa. Per altro alcuni titoli azionari hanno mostrato quotazioni al ribasso per vari giorni, acquistarli adesso potrebbe essere un’idea azzeccata.

Chi non ha dimestichezza con gli investimenti in Borsa può cercare alcuni suggerimenti sulle speculazioni maggiormente remunerative del momento, evitando così di decidere in autonomia, prediligendo i consigli degli esperti del settore. Per avere idee su come investire soldi, l’approfondimento di borsainside.com risulta essere una linea guida molto utile.

I beni rifugio.

In un periodo che preannuncia una crisi economica un atteggiamento molto diffuso è quello di acquistare beni rifugio. La soluzione però offre alcune incognite: non è ad oggi possibile capire quali saranno le quotazioni future di questi beni.

Anzi, già oggi il petrolio sta vivendo una situazione pessima, con una costante discesa del suo valore. Le motivazioni sono più politiche che oggettive, anche se il lockdown, che coinvolge la gran parte dei Paesi del globo, porta con sé necessariamente anche una minore richiesta di combustibili per i mezzi di trasporto.

Minori incognite ci sono sugli altri beni rifugio, come ad esempio per quanto riguarda l’oro, il cui valore si attesta comunque su valori elevati. Certo, l’andamento delle quotazioni non è lineare, cosa che fa temere per il futuro.

Le criptovalute.

Molti investitori, preoccupati dall’andamento dei mercati tradizionali, si sono avvicinati al mondo delle criptovalute, viste come asset “nuovi”. Negli ultimi tempi, con tutti i mercati in caduta libera, le criptovalute sembrano aver tenuto maggiormente, anche se le discese nelle quotazioni si sono viste anche in questo ambito.

Non è facile fare previsioni sul futuro, anche perché le quotazioni di tutte le criptovalute hanno un andamento eccessivamente aleatorio. È sufficiente che un singolo economista parli bene o male dei Bitcoin perché il mercato avverta importanti scossoni.

Ad oggi l’unica previsione che si può fare è quella di cercare di ragionare a lungo termine, pur approfittando dei singolo affari a brevissimo termine, considerando le quotazioni della singola giornata. Chi non ha grande dimestichezza con gli investimenti fa bene a seguire i segnali della singola giornata.