Investire in Borsa: come scegliere le azioni “giuste”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Aprile 2020 7:27 | Ultimo aggiornamento: 23 Aprile 2020 12:31
Investire in Borsa: come scegliere le azioni "giuste"

Investire in Borsa: come scegliere le azioni “giuste” (Foto Ansa)

ROMA – Investire in titoli azionari è oggi un’attività possibile per chiunque, anche per chi non ha a disposizione capitali “importanti”.

Certo non è da tutti avere le conoscenze sufficienti e necessarie per speculare con profitto.

Grazie a internet però tutte le informazioni necessarie per questo tipo di investimento si possono trovare con buona facilità.

Oltre a questo sono disponibili metodi di investimento, alternativi alla classica compravendita, che permettono di ottenere buoni profitti, investendo in titoli azionari.

Scegliere dove investire.

Questo il problema di fondo, non tanto come utilizzare i fondi a disposizione, ma dove inserirli.

La compravendita è ancora oggi tra le speculazioni più utilizzate: si sceglie un titolo azionario, lo si acquista e si attende che il valore in borsa salga, per rivenderlo; oppure si mantiene il titolo nel tempo, guadagnando dai dividendi periodici.

I criteri che permettono di selezionare una specifica azione, a discapito delle altre, sono vari; il primo consiste ovviamente nell’osservare le quotazioni, per valutarne l’andamento.

Ci sono vari siti che pubblicano regolarmente la quotazione dell’azione ENI e di moltissimi altri titoli, non solo della Borsa di Milano.

Altri criteri di scelta riguardano il rapporto tra il prezzo dell’azione al momento e l’utile generato dall’azienda per ogni singola azione presente sul mercato; o anche le news che riguardano la singola società per azioni, i progetti per il futuro, le politiche economiche.

Tutti questi dati si possono trovare con una certa facilità, ma ci sono anche siti e servizi di consulenza che offrono consigli di vario genere.

Metodi di investimento tranquilli.

Come abbiamo detto la compravendita ti titoli azionari non è l’unico metodo di investimento oggi disponibile.

Tra i più sicuri, e anche meno remunerativi, possiamo citare i fondi di investimento: una società gestisce il denaro dei propri clienti, acquistando titoli o bond, suddividendo i ricavi tra i detentori delle quote del fondo.

I fondi di investimento sono numerosi, alcuni particolarmente “sicuri”, con un bassissimo rischio e qualche punto percentuale di introito annuale.

Oppure si possono inserire i propri fondi in conti deposito, o altre tipologie di risparmio gestito, che garantiscono una piccola quota annuale.

Gli introiti sono solitamente minimi, ma si ha anche la tranquillità di un rischio praticamente inesistente.

Inoltre il cliente di fatto “non fa nulla”, può anche non avere alcuna conoscenza del mondo della finanza e non interessarsi degli avvenimenti economici mondiali.

Il trading online.

Per chi invece si vuole misurare in modo reale con il mondo della finanza è sempre possibile dedicarsi al trading online.

Si tratta di un tipo di investimento abbastanza rischioso, che però può portare a guadagni significativi, anche a chi non ha a disposizione importanti capitali da investire.

Sono varie le opportunità di speculazione che godono della leva finanziaria: a fronte di un piccolo investimento si ottengono guadagni decisamente interessanti, anche se si deve sempre considerare che il rischio aumenta in maniera
importante.

Nel trading online non si effettuano compravendite e le speculazioni sono solitamente a brevissimo termine. Si specula invece sull’andamento delle quotazioni, quindi si può guadagnare anche con investimenti al ribasso.