Istat, meno turisti in vacanza nel 2010: giù le mete italiane

Pubblicato il 16 Febbraio 2011 14:44 | Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio 2011 15:03

ROMA  – Il 2010 non sara’ ricordato con favore dai turisti italiani: il numero di coloro che si sono potuti permettere una vacanza, informa l’Istat, e’ passato, in un trimestre, dal 28% del 2009 al 27%, soprattutto tra i residenti nelle regioni del Centro, passate dal 32% del 2009 al 30,4 del 2010.

Sotto il profilo delle destinazioni, informa ancora l’Istituto di statistica, nel 2010 hanno fatto segnare una contrazione del 13,4% gli spostamenti con mete italiane, che rappresentano l’81,7% del complesso dei viaggi. A evidenziare piu’ di tutti il segno meno, i viaggi diretti verso le regioni del Centro (-18,7%), verso cui diminuiscono sia i viaggi di vacanza (-16,2%) sia i viaggi effettuati per motivi di lavoro (-30,7%). Gli spostamenti verso l’estero sono stabili nel loro complesso, ma si riducono quelli effettuati per motivi di lavoro (-17,4%).

In flessione anche le vacanze per far visita a parenti o amici (-17,2%), cosi’ come quelle trascorse in alloggi a titolo gratuito (-18%). Si osserva un incremento delle vacanze prenotate utilizzando internet (+11,5%), mentre diminuiscono i viaggi senza prenotazione (-24,6%).