Istat, Pil peggiora a -0,6% nel primo trimestre 2013, -2,4% sull’anno

Pubblicato il 10 Giugno 2013 12:07 | Ultimo aggiornamento: 10 Giugno 2013 12:07
Istat, Pil peggiora a -0,6% nel primo trimestre 2013, -2,4% sull'anno

Istat, Pil peggiora a -0,6% nel primo trimestre 2013, -2,4% sull’anno

ROMA – La crisi avanza inesorabilmente portando con sé recessione e cali congiunturali. L’Istat rivela che il Prodotto interno lordo (Pil) del primo trimestre 2013 è diminuito dello 0.6 % rispetto al trimestre precedente. E del 2,4% rispetto al primo trimestre 2012. Il dato è peggiorato rispetto alle stime preliminari diffuse il 15 maggio 2013 scorso che parlavano di una diminuzione congiunturale dello 0,5% e un calo tendenziale del 2,3%.

Con un calo dello 0,6% congiunturale nel primo trimestre del 2013, si conferma per il Pil italiano il settimo calo consecutivo a livello congiunturale. E’ quanto emerge dalle tabelle dell’Istat che confermano per la serie dei cali congiunturali quanto detto per le stime preliminari.

La variazione acquisita del Pil per il 2013 è pari a -1,6%. Spiega l’Istat che il dato si otterrebbe in presenza di una variazione congiunturale nulla nei restanti trimestri dell’anno.

Nel primo trimestre del 2013 le esportazioni sono calate, rispetto al trimestre precedente dell’1,9%, segnando il peggior dato dal primo trimestre del 2009.