Istat, il rapporto deficit-Pil cala al 4,5%

Pubblicato il 4 Aprile 2011 10:13 | Ultimo aggiornamento: 4 Aprile 2011 12:52

ROMA – Il rapporto tra deficit e Pil nel 2010 è stato pari al 4,5%, in calo a confronto con il 5,3% registrato nel 2009. Lo rileva l’Istat, diffondendo i dati grezzi sull’indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche e spiegando che rispetto al 4,6%, sempre con riferimento al 2010, comunicato dallo stesso Istituto il primo marzo il dato di oggi è leggermente migliore perché non include l’effetto delle operazioni di swap.

Nel quarto trimestre del 2010 il rapporto tra deficit e Pil è stato pari al 3,8%, in miglioramento rispetto al 4,1% del corrispondente periodo del 2009. Nel quarto trimestre 2010 il saldo primario (indebitamento al netto degli interessi passivi) è risultato positivo e pari a 3,712 miliardi di euro (era pari a +2,118 miliardi di euro nel corrispondente trimestre del 2009), con un’incidenza positiva sul Pil dello 0,9% (era +0,5% nel corrispondente trimestre del 2009).

Il saldo corrente (risparmio), fa sapere sempre l’Istat, è risultato positivo nel quarto trimestre del 2010 e pari a 999 milioni di euro (era 30 milioni di euro nel corrispondente trimestre dell’anno precedente). L’incidenza sul Pil è stata pari a +0,2% (0,0% nel corrispondente trimestre del 2009).