Istat: aumenta la fiducia dei consumatori

Pubblicato il 22 Febbraio 2011 13:50 | Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio 2011 13:52

ROMA – A febbraio l’indice del clima di fiducia dei consumatori e’ lievemente aumentato, arrivando a quota 106,4 da 105,9 del mese prima. Un miglioramento che segue il netto calo segnato a gennaio. Lo comunica l’Istat, aggiungendo che la ”piccola risalita” e’ dovuta a un maggior ottimismo sul futuro della situazione economica del Paese e della famiglia, con l’indice di ‘clima futuro’ che sale a 94,7 da 90,9, mentre scende l’indicatore del clima corrente, quello riferito alle attuali circostanze (a 115,5 da 116,7).

Piu’ in particolare, fa sapere l’Istat nell’indagine condotta fino allo scorso anno dall’Isae (l’Istituto chiuso a seguito della manovra estiva), l’indice relativo al clima economico generale sale da 77,4 a 78,6, mentre rimangono sostanzialmente stazionarie le valutazioni sul clima personale (da 120,6 a 120,5).

Riguardo ai prezzi, i giudizi dei consumatori sulla dinamica degli ultimi 12 mesi indicano un’accelerazione e anche le attese sull’evoluzione futura sono orientate a una risalita.

Inoltre, analizzando piu’ da vicino il quadro economico complessivo, si nota un miglioramento significativo delle previsioni sulla disoccupazione. L’Istat sottolinea, pero’, che ”l’aumento del clima di fiducia dei consumatori registrato a livello nazionale non e’ diffuso sul territorio”: risulta particolarmente marcato nel Nord-ovest del paese (da 107,3 a 109,9) e moderato nel Centro (da 104,8 a 105,0). Nel Nord-est e nel Mezzogiorno, per contro, la fiducia scende rispetto al mese precedente (passando rispettivamente da 107,6 a 107,3 e da 105,7 a 105,0).