Istat: “Senza swap il deficit-Pil scende al 3,8% nel 2011”

Pubblicato il 4 Aprile 2012 10:14 | Ultimo aggiornamento: 4 Aprile 2012 10:16

ROMA – Migliora il deficit-pil 2011: senza le operazioni di swap (che hanno inciso per 2 miliardi) si e’ attestato al 3,8% contro il 4,5% del 2010. Lo comunica l’Istat. Il rapporto deficit-pil nell’ultimo trimestre 2011 si e’ attestato al 2,8% rispetto al 4,2% dello stesso trimestre del 2010. Sempre nel quarto trimestre il saldo primario e’ risultato positivo e pari a 10,4 miliardi con un’incidenza sul pil del 2,6%.

Il saldo corrente (risparmio) e’ stato pari a -3,9 miliardi.(Lo scorso anno le uscite totali sono aumentate dello 0,5% con un’incidenza sul pil pari al 49,9% (50,5% nello stesso periodo 2010). Lo comunica l’Istat aggiungendo che, sempre lo scorso anno, le entrate totali sono aumentate dell’1,9% mostrando un’incidenza sul pil del 46,1% (46% nel 2010).