Italease: confiscati 64,2 milioni di euro alla banca

Pubblicato il 3 novembre 2010 18:02 | Ultimo aggiornamento: 3 novembre 2010 19:40

Il gup di Milano, Fabrizio D’Arcangelo, ha confiscato 64,2 milioni di euro a Banca Italease, imputata per la legge sulla responsabilità amministrativa degli enti in un filone dell’inchiesta sugli illeciti legati ai derivati venduti quando a dirigere la banca c’era Massimo Faenza.

La “maxi-confisca” è stata decisa dal giudice che ha condannato l’istituto in base alla legge 231 del 2001 sulla responsabilità amministrativa degli enti, come avevano chiesto i pm, Roberto Pellicano e Mauro Clerici. La banca è stata anche condannata ad una multa di un milione e 850 mila euro. I pm avevano chiesto una confisca anche superiore e precisamente di 100 milioni di euro, 62 dei quali legati al reato di falso in bilancio e la restante parte legata all’aggiotaggio e all’ostacolo dell’attività degli organi di vigilanza.

Alla confisca di 64,2 milioni va aggiunta inoltre, come ha stabilito il gup, la maggioranza relativa agli interessi dall’aprile del 2007 in poi, ossia dalla data del falso in bilancio. Una volta confiscati in modo definitivo i soldi andranno allo Stato. Nel procedimento davanti al gup si sono costituiti parte civile 627 risparmiatori, che potranno essere parte nel processo a carico dell’ex a.d, Massimo Faenza e di altre persone, che comincera’ il 17 gennaio prossimo.