Italia: nessuno spegne la luce… in strada. Costa cinque volte più che in Germania

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 maggio 2018 13:00 | Ultimo aggiornamento: 22 maggio 2018 13:01
Italia: nessuno spegne la luce... in strada. Costa cinque volte più che in Germania

Italia: nessuno spegne la luce… in strada. Costa cinque volte più che in Germania

ROMA – Per l’illuminazione pubblica l’Italia spende ben cinque volte di più di quanto spende la Germania. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Nel 2016 la spesa pro capite in Italia è stata di 28,7 euro, quasi dodici punti più alta della media dei principali paesi europei, che si attesta a 16,8 euro. La Francia spende 20,3 euro, il Regno Unito 14,2 euro e la Germania 5,8 euro. La spesa complessiva italiana per il servizio di illuminazione pubblica ammonta a 1,7 miliardi di euro.

Le regioni che risparmiano meno, dove si suppone spengano la luce quando non serve o utilizzino dispositivi tecnologicamente più avanzati ed economici, sono la Valle d’Aosta (199 kWh di consumo pro-capite), seguita da Calabria (151 kWh), Basilicata (143 kWh), Abruzzo (142 kWh) e Molise (138 kWh). Le regioni più virtuose sono invece la Campania (80 kWh), il Lazio (81 kWh), il Veneto (85 kWh) e la Lombardia (88 kWh).

Lo attesta lo studio “Illuminazione pubblica: spendiamo troppo”, condotto dall’Osservatorio sui conti pubblici italiani dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, task force guidata dall’ex commissario alla spending review Carlo Cottarelli, che ha firmato il report insieme a Diego Bonata, Fabio Falchi, Riccardo Furgoni e Carlo Valdes. (Nicoletta Cottone, Il Sole 24 Ore)