Pronti a partire i treni “Italo”: concorrenza a Fs sui tempi di percorrenza

Pubblicato il 26 Marzo 2012 11:03 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2012 11:03

ROMA – I primi 6 treni Itali di Ntv, Nuovo trasporto viaggiatori, sono pronti. La società privata di Alta Velocità di Luca Cordero di Montezemolo ha ottenuto l’omologazione e i treni potranno partire dalla seconda metà di aprile. Ogni treno dispone di 450 posti e la vendita dei biglietti inizierà dalla prossima settimana, appena fissata la data delle partenze. La competizione con Ferrovie dello Stato è pronta ad iniziare.

La Ntv ha ottenuto il “certificato di sicurezza” che riguarda l’organizzazione della compagnia e la sicurezza del treno che sulla rete potrà viaggiare a 300 all’ora, ma 250 chilometri l’ora tra Firenze e Bologna. I treni sono della francese Alstom, un prototipo mai omologato e costruito appositamente per la rete italiana.

Giuseppe Sciarrone, amministratore delegato di Ntv, ha detto: “Abbiamo visto che Ferrovie ha lanciato sulla Milano-Roma un’offerta a 9 euro. Siamo rimasti un po’ sorpresi: sembra proprio una barriera all’ingresso del nuovo entrante. Stiamo approfondendo la questione con l’Antitrust. È chiaro che Ntv non potrà replicare questa offerta a prezzi distruttivi”. Ma il tempo sarà la controfferta di ntv: appena 3 ore e mezza da Milano Porta Garibaldi a Roma Tiburtina con le fermate a Firenze e Bologna, mentre senza fermate la percorrenza scende a 3 ore e 5 minuti.

I treni partiranno da Milano Porta Garibaldi e arriveranno tutti a Roma Tiburtina, dove una metà proseguirà a Ostiense e l’altra metà a Napoli centrale. I treni da Roma Tiburtina, invece, arriveranno tutti a Milano Porta Garibaldi, fermando sempre prima a Milano Rogoredo. Da Porta Garibaldi partiranno poi i treni per Torino Porta Susa. I collegamenti attivati da subito saranno Torino-Milano-Roma-Napoli, che passano da Firenze e Bologna, e Roma-Bologna-Padova-Venezia. Si inizierà con una flotta di 6 treni per arrivare a 50 entro novembre 2012.

Sciarrone si è dimostrato soddisfatto per il decreto del governo di Mario Monti sulle Liberalizzazioni, che ha istituito l’Autorità sui Trasporti: “Ottima soluzione. Entro il 31 maggio ci aspettiamo che vengano nominati i tre commissari di altissimo profilo professionale. Le premesse per liberalizzazioni ora ci sono tutte”.