--

Jp Morgan, trimestrale: utile 6,5 miliardi di dollari, oltre le attese

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Luglio 2013 8:00 | Ultimo aggiornamento: 13 Luglio 2013 8:43
Jp Morgan, trimestrale oltre le attese: utile netto +31%

Jp Morgan, trimestrale oltre le attese: utile netto +31% (Foto Lapresse)

NEW YORK – Non c’è crisi per Jp Morgan: la banca americana ha battuto le attese dopo il crollo innescato dalla crisi dei mutui subprime nel 2008. Nel secondo trimestre ha registrato un utile netto del 31%, cioè profitti per 6,5 miliardi di dollari, contro i 4,96 miliardi dello stesso periodo del 2012.

L’anno scorso la banca di New York aveva fatto i conti con le perdite per circa 6,2 miliardi dovute allo scandalo delle negoziazioni non autorizzate sui derivati di un trader di Londra.

Se una ripresa era attesa non lo era l’ammontare: gli analisti avevano previsto un utile di 5,6 miliardi, a 1,44 dollari per azione. Invece i risultati dicono che ogni azione vale 1,60 dollari. Ad aiutare i profitti anche il contributo di 15 centesimi dalle riduzioni delle riserve per perdite sui crediti.

Oltre le attese anche il fatturato, cresciuto del 13% a 25,96 miliardi di dollari. Le erogazioni di mutui sono aumentate del 12% rispetto al 2012: passando a 49 miliardi di dollari. Le richieste sono state di mutui per 65 miliardi.

I dati dimostrano che i consumatori americani sono meno inadempienti di qualche anno fa: i tassi di insolvenza sono scesi. E così sono calate anche gli accantonamenti per perdite su crediti di Jp Morgan.