Economia

La moneta unica vola a 1,30 sul dollaro Cade Wall Street

da: Il Sole 24 Ore

I rischi di ripiombare nel tunnel della recessione hanno fatto tremare le borse di tutto il mondo, appesantite dai dati trimestrali delle principali banche americane e da indicatori economici poco brillanti. Giù anche l’oro e il petrolio mentre l’euro è tornato a vedere quota 1,3 dollari, un livello abbandonato due mesi fa. Quanto basta per bruciare in Europa oltre 100 miliardi di euro e per spingere le quotazioni di Wall Street in pesante flessione: Dow Jones -2,51%, Nasdaq -3,11%, S&P 500 – 2,88 per cento.
Dall’Asia con Tokyo -2,86% e Hong Kong -0,03%, all’Europa con Londra -1,01%, Parigi -2,28%, Francoforte -1,77%, Madrid -1,66%, Milano -1,56%, Zurigo -1,70%, le vendite hanno prevalso ovunque con l’eccezione di Atene che ha guadagnato lo 0,23 per cento. Ad affondare le borse, il calo della fiducia dei consumatori americani sceso ai minimi degli ultimi 11 mesi, l’inflazione di giugno a -0,1%, con la complicità delle trimestrali di Bank of America e Citigroup che…

Leggi l’articolo originale

To Top