Landini: “Le pensioni servono a fare cassa? Ci opponiamo”

Pubblicato il 28 Novembre 2011 10:04 | Ultimo aggiornamento: 28 Novembre 2011 10:08

ROMA – ''Se si vuole intervenire sulle pensioni per fare cassa non e' possibile e la Fiom dira' no''. Cosi' Maurizio Landini della Fiom, ospite di Mattino5 con Maurizio Belpietro.

Per Landini bisogna piuttosto intervenire altrove, ''penso ad altri privilegi che vanno colpiti, dal fondo dei lavoratori autonomi o dei professionisti. Io non sono disposto ad accettare che sia considerato un privilegio la pensione di anzianita'. Troverei singolare che si alzasse l'eta' pensionabile e si cancellassero le pensioni di anzianita'. Quindi se la riforma o l'intervento che si fa e' per cancellare i privilegi diamo la nostra disponibilita', se viceversa serve solo a fare cassa non avra' il nostro consenso''.

Sull'introduzione dell'Ici, Landini ricorda che ''la Cgil ha espresso delle perplessita'. La nostra posizione e' quella di istituire una vera e propria patrimoniale che non affronti solo il problema della proprieta' della casa ma il problema della ricchezza e del reddito reale che si e' determinato in questi anni.

In Italia c'e' stata in questi anni una redistribuzione della ricchezza a danno del lavoro dipendente e dei giovani e quindi introdurre una patrimoniale per chi si e' arricchito in questi anni sarebbe la strada migliore da affrontare. E inoltre andrebbe anche preservato chi ha la prima casa e chi ha un reddito da lavoro dipendente''.