Di Maio alle imprese: “Taglio del cuneo fiscale anche nel decreto dignità”

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 luglio 2018 23:02 | Ultimo aggiornamento: 6 luglio 2018 23:02
Di Maio alle imprese: "Taglio del cuneo fiscale anche nel decreto dignità"

Di Maio alle imprese: “Taglio del cuneo fiscale anche nel decreto dignità” (Foto Ansa)

ROMA  –  Dopo le critiche seguite alla presentazione del decreto dignità, Luigi Di Maio prova a ricucire con le imprese e annuncia il taglio del cuneo fiscale. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico prova ad accelerare e alla promessa di ridurre il cuneo per i contratti stabili aggiunge la possibilità di farlo immediatamente.

Difficile però trovare in corso d’anno e in così breve tempo coperture a una misura che se pure selettiva avrà bisogno di risorse ingenti per essere realizzata. Un punto di taglio del cuneo per tutti costa infatti tra i 2,5 e i 3 miliardi.

Ma l’intervento annunciato già da qualche giorno dovrebbe riguardare solo alcuni settori, dal made in Italy al digitale alle imprese che si occupano di cultura e turismo, definiti dallo stesso leader M5S come strategici per il Paese.

L’altra novità che ha più chance di arrivare nel corso dell’iter (il testo ancora non è stato firmato dal presidente della Repubblica ed è atteso alle camere la prossima settimana) è il ritorno dei voucher almeno in alcuni settori.

Il ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio, grande sponsor dell’iniziativa, ha già presentato una proposta al collega del lavoro e ha annunciato che nei prossimi giorni vedrà Di Maio per fare il punto. Il ministro Cinque Stelle dal canto suo ha più volte ribadito di non avere preclusioni ideologiche ma di non poter consentire un ritorno al passato con lo sfruttamento dei lavoratori attraverso i voucher. I buoni lavoro 30 quindi essere reintrodotti solo per alcune categorie, oltre all’agricoltura anche sul turismo Di Maio ha detto che si può lavorare.