Lavoro: la nuova imprenditoria femminile punta all’estetica

Pubblicato il 20 ottobre 2011 14:23 | Ultimo aggiornamento: 20 ottobre 2011 16:38

MONZA, 20 OTT – Tra estetiste e parrucchiere nascono in Italia 9 imprese al giorno. Per resistere alla crisi le donne si mettono in proprio e scelgono il settore dell’estetica: in Italia sono quasi mille le donne che nei primi sei mesi del 2011 hanno aperto una ditta individuale di salone di parrucchiere, a cui si aggiungono le 700 nuove titolari di istituti di bellezza.  È  quanto emerge da una ricerca della Camera di Commercio di Monza e Brianza.

Secondo lo studio sui dati di Registro Imprese, se si sommano i numeri di estetiste e parrucchiere, le nuove imprese individuali iscritte nel primo semestre 2011 con una titolare donna sono complessivamente 1.678. Un settore che supera quelli tradizionalmente votati alla nuova imprenditoria come quello dei bar (1.557) e del commercio al dettaglio ambulante di tessuti e abbigliamento (641).

Sono complessivamente quasi 46 mila le donne che hanno deciso di aprire un’impresa individuale nel nostro Paese nei primi sei mesi dell’anno. L’identikit fornito dall’ente camerale brianzolo svela che una su quattro ha meno di 30 anni e tra queste più di 4.500 sono giovanissime (18-24 anni). Tra le titolari nate all’estero poi, svettano le imprenditrici cinesi (2.299), seguite da rumene (1.098) e marocchine (639).