Lavoro, stop assunzioni obbligatorie per aziende con più del 20% di precari

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Maggio 2014 18:55 | Ultimo aggiornamento: 5 Maggio 2014 18:56
Lavoro, stop assunzioni obbligatorie per aziende con più del 20% di precari

Lavoro, stop assunzioni obbligatorie per aziende con più del 20% di precari

ROMA – Decreto legge Poletti, via libera della commissione Lavoro del Senato, con l’ok della maggioranza e il voto contrario delle opposizioni, all’emendamento del governo che prevede che le aziende che sforano il tetto del 20% di contratti a termine debbano pagare multe fino al 50% della retribuzione anziché essere obbligate ad assumere.

La stessa commissione ha dato l’ok anche all’emendamento governo che prevede la deroga al tetto del 20% del numero dei precari sul totale dell’organico a tempo indeterminato per il comparto della ricerca e che stabilisce la possibilità per le sole attività di ricerca scientifica di derogare anche al tetto dei 36 mesi. Per quanto riguarda la prima deroga, questa si applica anche alla ricerca tecnologica, all’assistenza tecnica e al coordinamento e direzione.

Accolto anche un ordine del giorno del M5S che prevede l’introduzione del Libretto formativo elettronico dell’apprendista (Lefa).

“Il libretto formativo elettronico, integrato con le banche dati, potrebbe fornire un’attestazione certa delle competenze formative acquisite dai lavoratori apprendisti”,

ha spiegato il senatore grillino Sergio Puglia.