Lega: sanatoria anche per Imu e Tasi. L’emendamento

Pubblicato il 9 Novembre 2018 10:11 | Ultimo aggiornamento: 9 Novembre 2018 10:11
Lega: sanatoria anche per Imu e Tasi. L'emendamento

Lega: sanatoria anche per Imu e Tasi. L’emendamento

ROMA – Estendere la sanatoria del decreto fiscale anche alle entrate comunali, dall’ Imu alla Tasi, all’imposta sulle insegne. E’ la proposta contenuta in un emendamento della Lega. “Con riferimento alle entrate, anche tributarie, dei comuni, non riscosse a seguito di provvedimenti di ingiunzione fiscale, notificati, negli anni dal 2000 al 2017, dagli enti stessi e dai concessionari della riscossione, i medesimi enti locali – si legge – possono stabilire, entro il termine fissato per la deliberazione del bilancio annuale di previsione, l’esclusione delle sanzioni”.

In tutto i senatori hanno depositato 578 emendamenti, che andranno al voto, probabilmente, a partire dalla metà della prossima settimana. Quelli della maggioranza sono in tutto un centinaio e non su tutte le proposte c’è già accordo tra i due ‘azionisti’. Entrambi sono a favore di una ampliamento della rottamazione, che dovrebbe diventare ‘extralarge’ e comprendere anche avvisi bonari ed errori formali, oltre a imbarcare nella ‘pace fiscale’ vera e propria anche gli omessi versamenti. La Lega va oltre e chiede di specificare la possibilità per gli enti locali di consentire ai cittadini di sanare anche Imu, Tasi, o imposta sulle insegne, pagando solo il dovuto senza le sanzioni.

Altra richiesta targata Lega quella di introdurre una nuova tassa, che vada a rimpinguare il Fondo infrastrutture del Mef, da applicare su tutti i trasferimenti in denaro in Paesi extra Ue, un prelievo dell’1,5% su tutte le operazioni sopra i 10 euro.