Legge di Stabilità: il no al Ponte di Messina costa 300 mln. Sì alla Tav 790 mln

Pubblicato il 10 Ottobre 2012 10:18 | Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre 2012 10:19
Legge di Stabilità: sì alla Tav, no al Ponte di Messina

ROMA – Legge di Stabilità: il Governo ha rimodulato la spesa per le Grandi Opere. Il no definitivo al Ponte sullo Stretto costerà 300 milioni di euro che verranno accantonati per pagare le penalità contrattuali. Tav: 790 milioni saranno stanziati, invece, tra il 2013 e il 2015 per il proseguimento dei lavori sull’alta velocità Torino-Lione. Per il finanziamento degli studi, i progetti, i lavori preliminari e definitivi la ripartizione della spesa prevede 160 milioni di euro per il 2013, 100 milioni per il 2014, 530 milioni per il 2015.

Sforzo impegnativo anche per la realizzazione del sistema M.O.S.E. a Venezia: per ridurre l’impatto dell’acqua alta in laguna verranno stanziati 50 milioni di euro per il 2013 e di 400 milioni di euro per ciascuno degli anni 2014, 2015, 2016. Per il trasporto pubblico locale saranno destinati un miliardo e 600 milioni a partire dal 2013. Dal 2013 è prevista l’istituzione di un Fondo nazionale per il concorso finanziario dello Stato agli oneri del trasporto pubblico locale, anche ferroviario”. La Rete Ferroviaria nazionale usufruirà di risorse per 500 milioni di euro.