Fisco: conti, carte di credito e sim 2013/14 nel mirino. La superbanca dati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Febbraio 2015 11:03 | Ultimo aggiornamento: 11 Febbraio 2015 15:26
L'occhio del Fisco su conti e carte di credito 2013/14. La superbanca dati

L’occhio del Fisco su conti e carte di credito 2013/14. La superbanca dati

ROMA – L’occhio del Fisco su conti e carte di credito 2013/14. La superbanca dati. Si chiama “Archivio dei rapporti” la superbanca dati con cui l’Agenzia delle Entrate procederà all’incrocio dei dati finanziari dei contribuenti italiani iniziando dagli anni 2013-2014 per contrastare l’evasione fiscale. Il provvedimento firmato dalla direttrice dell’Agenzia Rossella Orlandi fissa le scadenze che devono osservare banche, Poste, Assicurazioni, Sim e tutti gli intermediari finanziari: entro il 28 febbraio (è sabato, quindi il 2 marzo) di quest’anno vanno comunicati i dati 2013, entro il 29 maggio quelli del 2014, dal 15 febbraio 2016 le informazioni relative al 2015.

I dati riguardano conti correnti, depositi, contratti derivati, fondi pensioni, ricariche telefoniche, carte di credito, ricevute di acquisti di oro e preziosi.Un codice identificativo individua il rapporto che deve contenere il saldo di inizio e fine anno, i movimenti in entrata e uscita. Dall’incrocio dei dati l’Agenzia delle Entrate individua i casi sospetti procedendo al loro inserimento in “liste selettive” dedicate.