L'Ue chiede aiuto al G20: “La responsabilità è di tutti”

Pubblicato il 30 ottobre 2011 17:39 | Ultimo aggiornamento: 30 ottobre 2011 17:44

BRUXELLES – L'Ue chiede aiuto al G20 e si appella allo spirito di ''responsabilita' comune''. ''Noi abbiamo fatto la nostra parte, ma serve l'aiuto di tutti per assicurare ripresa globale e crescita'', scrivono i presidenti di Commissione e Consiglio Ue, Barroso e Van Rompuy, nella lettera inviata ai partner del G20.

Barroso e Van Rompuy, nella lettera, spiegano le misure anti-crisi dell'ultimo summit e assicurano: ''Applicheremo le misure in fretta e con rigore, fiduciosi che cio' contribuira' ad una rapida soluzione della crisi''.

Ma, spiegano poi, ''se noi in Europa abbiamo fatto la nostra parte, questa azione da sola non puo' assicurare ripresa globale e crescita equilibrata''. Quindi l'appello al G20: ''C'e' una continua necessita' di azione comune da parte di tutti i partner del G20, in spirito di comune responsabilita' e identico obiettivo''.

Il lavoro della Ue al G20, concludono i presidenti, sara' indirizzato a ristabilire la fiducia globale, sostenere crescita e occupazione e mantenere la stabilita' finanziaria''.