Lufthansa in sciopero: cancellato un volo su due, coinvolti 90mila passeggeri

di redazione Blitz
Pubblicato il 9 aprile 2018 16:22 | Ultimo aggiornamento: 9 aprile 2018 16:22
Sciopero Lufthansa: cancellato un volo su due

Lufthansa in sciopero: cancellato un volo su due, coinvolti 90mila passeggeri

BERLINO –  Nuovo sciopero Lufthansa: la compagnia aerea tedesca ha cancellato 800 dei 1.600 voli in programma per martedì 10 aprile, tra cui 58 a lungo raggio. Coinvolti 90mila passeggeri.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

L’agitazione è stata indetta dal sindacato Verdi negli aeroporti di Francoforte, Monaco, Colonia e Brema. Lo si legge in una nota della compagnia tedesca, in cui si precisa che le cancellazioni riguarderanno circa 90mila passeggeri. La ripresa dei voli di linea è prevista per mercoledì 11 aprile.

Il personale di assistenza a terra, quello di supporto e anche parte dei vigili del fuoco dell’aeroporto saranno in sciopero martedì dalle 5.00 alle 18.00. Lufthansa ha pubblicato online il programma alternativo di voli e invita i passeggeri a verificare lo stato dei loro voli sul proprio sito web prima di recarsi in aeroporto.

I passeggeri i cui voli non sono interessati dallo sciopero sono comunque invitati ad arrivare in aeroporto in anticipo, considerati i presumibili tempi di attesa. Tutti i passeggeri del Gruppo Lufthansa (ad eccezione dei voli operati da SWISS) che il 10 aprile hanno un volo da o via Francoforte e Monaco, indipendentemente dal fatto che il loro volo sia stato cancellato o meno – precisa la nota – possono effettuare una nuova prenotazione gratuita per un altro volo entro i sette giorni successivi. Per le tratte interne in Germania, i passeggeri possono utilizzare il treno, indipendentemente dal fatto che il loro volo sia stato o meno cancellato.

Duro il commento dell’azienda: “E’ assolutamente inaccettabile che il sindacato imponga questo conflitto a passeggeri non coinvolti. Lufthansa non fa parte di questo scontro di contrattazioni collettive, ma purtroppo i nostri clienti e la nostra azienda sono colpiti dalle conseguenze di tutto questo”, ha detto  Bettina Volkens, membro della direzione risorse umane e affari legali di Lufthansa.

La compagnia afferma di “non riuscire a comprendere la minaccia di uno sciopero così massiccio da parte di Verdi” e sottolinea come “la natura e la portata dello sciopero così diffuso e di una giornata intera sono inadeguate e irragionevoli in questo momento. Gli scioperi devono essere l’ultima risorsa in una controversia salariale. Politici e legislatori devono definire regole chiare per gli scioperi e le azioni sindacali”, chiede Volkens. “Ci dispiace che i piani di viaggio di tanti passeggeri siano stati condizionati da questo sciopero di Verdi e stiamo lavorando per minimizzare il più possibile l’impatto”.