Luxottica, Del Vecchio cede solo il 3,8% del capitale a 27 euro ad azione

Pubblicato il 7 settembre 2012 11:48 | Ultimo aggiornamento: 7 settembre 2012 11:48
Leonardo Del Vecchio

Leonardo Del Vecchio (Foto Lapresse)

ROMA – Leonardo Del Vecchio ha ceduto agli investitori solo il 3,8% del capitale, quasi la metà del 7% offerto agli investitori istituzionali. Le azioni di Luxottica sono state piazzate a 27 euro l’una, e hanno fruttato a Del Vecchio 486 milioni di euro, molto meno del miliardo preventivato, visto che non si è arrivati al tutto esaurito.

Gli investitori, soprattutto europei e americani, si sono messi in fila per rilevare piccoli pacchetti ma hanno messo sul piatto prezzi giudicati troppo bassi  dalla società. Così alla fine il book della vendita accelerata gestito da Goldman Sachs e Unicredit è stato chiuso a 27 euro, il valore che Del Vecchio ha considerato accettabile.

Non essendo in cerca di liquidità, come ha sottolineato l’amministratore delegato Andrea Guerra, il presidente di Luxottica ha preferito non svendere, accontentandosi di centrare solo in parte l’obiettivo dichiarato di aumentare il flottante in borsa.

Dei massimi 33 milioni di titoli messi sul mercato solo 18 milioni hanno alla fine trovato un compratore. Con l’operazione Delfin, la finanziaria del Lussemburgo attraverso la quale Del vecchio controlla Luxottica, scende al 62,1% del gruppo e, considerando che il 4,9% è in mano ad Armani, il flottante in Borsa sale al 23%.

 

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other