Manovra. Il Governo apre alle Regioni, possibile una revisione al testo

Pubblicato il 16 Giugno 2010 12:05 | Ultimo aggiornamento: 16 Giugno 2010 12:05

Vasco Errani

Le Regioni vedono uno spiraglio di luce sulla richiesta di revisione della manovra.  «Mi sembra che si stia facendo strada la consapevolezza vera delle buone ragioni che le Regioni stanno proponendo, sia nelle forze sociali, sia in quelle parlamentari». Così il presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani, parlando a nome dei governatori, a conclusione dell’incontro con i gruppi parlamentari di maggioranza ed opposizione sulla manovra finanziaria.

«Noi – ha aggiunto – stiamo ponendo un problema che non attiene alla lotta agli sprechi, una questione che ciascuna Regione deve interpretare fino in fondo. Per questo io parlo sempre di auto riforma delle Regioni. Qui – ha continuato – stiamo parlando di tagli a monte, sul trasporto pubblico, sull’industria, sulle politiche sociali, sui cittadini. Bisogna riequilibrare questa manovra».

«Da una parte – ha concluso – chiediamo ai gruppi parlamentari di fare un’azione per riequilibrare tra i diversi comparti questa manovra e dall’altro, chiediamo alle forze economiche e sociali di lavorare insieme per costruire un’iniziativa che dia maggiore equità alla manovra in riferimento ai cittadini e alle imprese».

La strada per venire incontro alle Regioni passa per l’approvazione di emendamenti mirati al decreto legge e al ddl collegato. Emendamenti che però devono avere l’approvazione da parte del governo. «Il ministro dell’Economia Giulio Tremonti, nell’incontro che abbiamo avuto martedì, è stato prudente ma attento all’ascolto e ci ha dato appuntamento per proseguire il confronto quando e come vorremo» ha detto il presidente dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri, subito dopo aver incontrato Errani.

«Lavoreremo agli emendamenti – ha proseguito Gasparri – che è un modo per segnalare i problemi. Entro venerdì ne spunteranno tanti ma questo ovviamente non vuol dire mettere in discussione la manovra. Dovremo selezionare alcuni punti, tra cui questa discussione tra Governo e Regioni. Affronteremo tutto in commissione bilancio la prossima settimana, in vista dell’approdo in una la settimana successiva. È un passaggio impegnativo ed infatti siamo impegnati».

Gasparri ha ricordato che «l’Italia arriva a questo appuntamento in modo migliore rispetto ad altri Paesi, compresa la Germania, anche grazie alle manovre fatte nel corso dei questa legislatura».