Marcegaglia: "Nella manovra c'è lo sviluppo, ma non basta"

Pubblicato il 15 Dicembre 2011 15:04 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2011 15:06

ROMA, 15 DIC – ''Sono d'accordo con il ministro Passera quando dice che nella manovra c'e' una componente di sviluppo. E' una manovra che, pur con le difficolta' del momento, su questo mette 6 miliardi di euro al 2014'', pone ''le prime basi per le infrastrutture'' e, ''con il fondo di garanzia, aiuta le imprese ad affrontare il credit crunch che c'e' ed e' una grande preoccupazione, ma sulla crescita bisogna fare di piu'''. A sottolinearlo e' il presidente degli industriali, Emma Marcegaglia, intervenendo al seminario del Centro studi di Confindustria.

''Se non inneschiamo un meccanismo di maggiore crescita alimentiamo un circolo vizioso negativo che ci portera' in una situazione impossibile'', aggiunge Marcegaglia, che propone una serie di misure necessarie per tornare a crescere: risolvere il problema dei "pagamenti da parte della pubblica amministrazione verso le imprese; aumentare la produttivita'; riprendere il discorso sulle privatizzioni affinche' il pubblico esca dall'economia; tagliare la spesa''. Su quest'ultimo punto ''e' stato fatto un primo passo con le pensioni ma non basta''.