Marchionne: “Fiat a Pomigliano ha responsabilità oltre quelle aziendali”

Pubblicato il 30 luglio 2010 20:51 | Ultimo aggiornamento: 30 luglio 2010 20:51

Secondo l’amministratore delegato di Fiat e Chrysler, Sergio Marchionne ”in Italia Fiat ha responsabilità che vanno al di là di una casa automobilistica. E il ruolo che il governo americano ha giocato qui e’ molto diverso da quello giocato in Italia”.

Augurandosi che ”la gente coinvolta riconosca il ruolo che Fiat sta giocando, è questo lo spirito di Fabbrica Italia: è come avere una casa non pulita, di conseguenza la gente non viene a mangiare”.

A chi gli chiedeva se l’evento odierno alla Chrysler, dove si è recato il presidente Barack Obama in visita, nascondesse un messaggio per Pomigliano, Marchionne ha risposto: ”Non so se ci sia un messaggio. Penso che sia un riconoscimento che ci potevano essere giorni peggiori in Chrysler: per arrivare a questo punto, però è stato necessario ripartire da zero e ristrutturare, ed è importante anche il ruolo che ha avuto il governo in questa ristrutturazione. L’annuncio odierno di Sterling Heights è  il frutto di questa ristrutturazione”.