Fiat, Marchionne: “Rafforzeremo nostre radici in Italia”. Prima gli avevano urlato “vergognati”

Pubblicato il 5 Novembre 2010 12:20 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2010 12:28

”Dopo aver riportato l’azienda a competere a livello internazionale intendiamo rafforzare le nostre radici qui in Italia”. Lo ha detto Sergio Marchionne, ad del gruppo Fiat, dopo aver ricevuto il premio Pico della Mirandola, nell’omonimo paese del Modenese.

”Mi spiace constatare che il fiume di parole che ha fatto seguito a quella intervista si sia trasformato in un processo alle intenzioni”, ha detto Marchionne riferendosi all’intervista di due settimane fa rilasciata a Fabio Fazio.

Marchionne ha spiegato che non è sua abitudine ”alimentare i dibattiti”, e di aver deciso di rilasciare quell’intervista ”perche’ sentivo il dovere di difendere la bontà e la serietà del nostro progetto, il valore di fabbrica Italia”.

Urlando gli slogan “vergognati, vai via” e “la gente non ti vuole”, una ventina di giovani del centro sociale Guernica di Modena ha in precedenza contestato Marchionne. Oltre agli attivisti del centro sociale, nella piazza davanti al teatro Nuovo si sono radunati rappresentanti di Federazione Giovani Comunisti Italiani, Prc, Pdci, Sel, Partito dei comunisti italiani e Fiom.

5 x 1000