Ferrari, semestre record: ricavi +11,9%. Montezemolo: “2012 in crescita”

Pubblicato il 13 settembre 2012 15:33 | Ultimo aggiornamento: 13 settembre 2012 16:08
luca cordero di montezemolo

Luca Cordero di Montezemolo (Foto Lapresse)

MARANELLO (MODENA) – Mentre la Fiat rallenta, la Ferrari corre: nel primo semestre del 2012 l’azienda della rossa ha segnato ricavi record. I dati esaminati dal Consiglio di Amministrazione parlano di 1,208 milioni di euro di ricavi, in aumento dell’11,9%.

Mentre Fiat ha visto le vendite crollare del 20,2% da gennaio ad agosto, Ferrari ha aumentato le consegne del 7,4%, con 3.664 auto vendute nel primo semestre 2012. L’utile netto è arrivato così a 100,8 milioni, in aumento del 10%. E la posizione finanziaria si rivela la migliore da sempre, con 895 milioni.

Ma se la Ferrari corre non è per le vendite in Italia. Il primo mercato della rossa di Maranello sono gli Stati Uniti, dove è stato venduto, nel primo semestre 2012, il 23% delle auto, in aumento del 17% rispetto allo stesso periodo del 2011.

Tiene anche il Regno Unito, con 393 auto vendute, in aumento del 43%, la Germania (+18%), la Svizzera (+17%), la Cina (+10%) e tutto il Medio Oriente (+7%).

In Italia, invece, le auto consegnate fino a luglio sono state 187, 164 in meno rispetto allo stesso periodo del 2011.

Il presidente Luca Cordero di Montezemolo si mostra comunque più che soddisfatto: ”Questi risultati, ottenuti in un contesto economico internazionale ancora molto difficile, premiano i nostri costanti e significativi investimenti in innovazione tecnologica. La gamma completamente nuova che siamo in grado di offrire ai clienti di tutto il mondo ci permette di prevedere una chiusura del 2012 in crescita rispetto allo scorso anno. Nei prossimi mesi saremo fortemente impegnati con la realizzazione di una vettura stradale rivoluzionaria e sui circuiti extraeuropei in un Campionato del Mondo di Formula 1 avvincente e combattuto fino all’ultima gara”.