Matteo Renzi si arrende ai numeri: “Non cresceremo dello 0,8%”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 luglio 2014 20:23 | Ultimo aggiornamento: 24 luglio 2014 20:24
Matteo Renzi si arrende ai numeri: "Non cresceremo dello 0,8%"

Matteo Renzi (Foto Lapresse)

ROMA – Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, si arrende ai numeri della (non) crescita italiana. A maggio diceva che il prodotto interno lordo sarebbe aumentato del 2%, nel documento di programmazione economica e finanziaria (Def) si parlava dello 0,8%, adesso lui stesso ammette che la realtà è più vicina allo 0,4%.

“La nostra priorità è lavoro. Ma le statistiche, credo, inizieranno a migliorare solo dal 2015″, ha detto Renzi intervistato da Alan Friedman per La7.

“Sarà “molto difficile” arrivare alla stima dello 0,8% contenuta nel Def. “Che la crescita sia 0,4 o 0,8 o 1,5% non cambia niente per la vita quotidiana delle persone”.

 

5 x 1000