Mediazione obbligatoria: costi, tempi, motivi. Esclusi incidenti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Giugno 2013 11:52 | Ultimo aggiornamento: 24 Giugno 2013 18:38
Mediazione obbligatoria: costi, tempi, motivi. Esclusi incidenti

Mediazione obbligatoria: costi, tempi, motivi. Esclusi incidenti

ROMA – Mediazione obbligatoria: costi, tempi, motivi. Esclusi incidenti. Torna la mediazione obbligatoria riveduta e corretta. I punti più controversi, l’obbligatorietà, già bocciata anche dalla Corte Costituzionale, e la questione dei costi sembrano superati dall’introduzione di nuove procedure. Esclusi gli incidenti stradali, l’accesso alla mediazione avviene in tempi contingentati, massimo 30 giorni.

Costi. Il pagamento del mediatore anche quando la trattativa di mediazione finiva male era un problema. Il decreto che contiene la mediazione, prevede che alla prima udienza si paghi da zero a un massimo di 200 euro: se le parti vanno avanti i compensi saranno commisurati al valore della controversia. Fino a 25 mila euro il compenso del mediatore è di 55 euro, fino a 50 mila sale a 215 euro, e via progressivamente (oltre 5 milioni si arriva a 4.400 euro).

Tempi. Trenta giorni per la sessione informativa, altri 60 per gli altri incontri per una durata massima di 90 giorni.

Elenco delle materie per andare dal giudice solo dopo la mediazione. Condominio, diritti reali, divisioni, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto d’aziende, risarcimento del danno di responsabilità medica, diffamazione a mezzo stampa o altra forma di pubblicità, contratti assicurativi, bancari, finanziari.