Mediobanca: Della Valle lascia il patto di sindacato

Pubblicato il 3 Ottobre 2011 19:05 | Ultimo aggiornamento: 3 Ottobre 2011 20:54

MILANO – Diego Della Valle ha dato disdetta al patto di Mediobanca per la sua quota, pari allo 0,48% del capitale. Nella lettera nella quale comunica la decisione il patron della Tod’s spiega che preferisce mantenere la partecipazione libera da vincoli.

Sofist (Ratti) è l’altro socio italiano, insieme alla Dorint di Diego Della Valle, che lascia il patto di Mediobanca. La società ha comunicato, nel termine ultimo per le disdette dell’accordo parasociale in scadenza a fine anno, di voler svincolare la sua quota, pari allo 0,20%.

Gli altri soci che avevano già reso noto di voler uscire dal patto sono Sal Oppenheim, Commerzbank (entrambe all’1,7%) e Santusa (Botin), che detiene l’1,84% del capitale di Piazzetta Cuccia.

Diego Della Valle spiega in una nota che la disdetta della finanziaria Dorint Holding al patto di Mediobanca ”deriva dalla volontà di non essere soggetti ai limiti di crescita ivi previsti. Mediobanca è un’ottima azienda e quindi si preferisce poter valutare senza restrizioni possibili futuri investimenti nella medesima”.