Mediobanca: utile 6 mesi scende a 63 mln, ricavi -4,5%

Pubblicato il 22 Febbraio 2012 13:45 | Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio 2012 13:51

MILANO – Mediobanca ha registrato nel primo semestre un utile netto di 63,4 milioni di euro, in calo del 75,9% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il margine di intermediazione scende del 4,5% a 973,3 milioni. Lo si legge in una nota.

Senza il minor contributo delle societa’ consolidate a patrimonio netto i ricavi di Mediobanca nel semestre chiuso a fine dicembre risulterebbero stabili a 901,5 milioni.     Il margine di interesse segna una crescita del 4,3% a 554,6 milioni attribuibile al comparto retail e private banking, che sale del 14,8% a 361,5 milioni, mentre cala l’apporto del corporate e investment banking (-8,5% a 204,5 milioni). I proventi da negoziazione si mantengono stabili (112,5 milioni) e riflettono la riduzione degli spread sovrani registrata in dicembre. Le commissioni ed altri proventi calano dell’11,8% a 234,4 milioni scontando la riduzione del corporate e investment banking (-23% a 125,9 milioni).

Accanto alle svalutazioni delle attivita’ finanziarie per 268,9 milioni (114,5 milioni su titoli di stato della Grecia), l’istituto segna una plusvalenza di 43,9 milioni sulla cessione di un immobile nel principato di Monaco. Quanto allo stato patrimoniale, il gruppo mostra un miglioramento della raccolta e della liquidita’. La provvista sale da 51,7 a 54 miliardi per effetto del prestito triennale della Bce a fine dicembre per 4 miliardi, che in parte compensa la riduzione della raccolta cartolare (da 34,5 a 32,4 miliardi). I depositi di CheBanca! salgono da 10 a 10,7 miliardi, con un aumento concentrato nell’ultimo trimestre.

Mediobanca ha realizzato svalutazioni per 269 milioni nel semestre, il primo dell’esercizio 2011-2012 della banca, 114 milioni dei quali sui titoli di stato greci, il cui valore a portafoglio e’ portato al 30% del valore nominale. Lo si legge in una nota. L’istituto di Piazzetta Cuccia ha effettuato anche una svalutazione per 55,2 milioni sulla quota in Rcs MediaGroup, portata al prezzo di 1,23 euro per azione.

L’unita’ Principal Investing di Mediobanca, quella che accorpa le quote strategiche dell’istituto in Generali, Rcs e Telco, segna nel primo semestre un utile di 2,5 milioni, quasi azzerato rispetto ai 105,3 milioni dello scorso anno. Lo si legge in una nota.

Pesa il minor contributo di Assicurazioni Generali (da 105,1 a 65,9 milioni, di cui 2,6 milioni nell’ultimo trimestre) e la svalutazione di Rcs MediaGroup per 55 milioni. Lo si legge in una nota.

Il valore di iscrizione delle partecipazioni si e’ ridotto a 2.511 milioni scendendo di 201,3 milioni, principalmente per effetto della variazione negativa della riserva da valutazione relativa a Generali.

Tra le svalutazioni delle attivita’ finanziarie (cresciute da 19,5 a 175,4 milioni) figura anche una svalutazione di 34 milioni su Delmi.