Meridiana revoca mobilità per 1.634 dipendenti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 settembre 2014 1:02 | Ultimo aggiornamento: 24 settembre 2014 1:03
Meridiana revoca mobilità per 1.634 dipendenti

Foto d’archivio

ROMA – Il governo scende in campo per allontanare lo spettro licenziamenti in Meridiana e l’azienda revoca la procedura di mobilità per i 1.634 dipendenti coinvolti. E’ questo l’esito del tavolo istituzionale convocato dai ministri del Lavoro e dei Trasporti, Giuliano Poletti e Maurizio Lupi, svoltosi al Ministero del Lavoro.

I due ministri hanno quindi ottenuto il risultato voluto dalla loro opera di mediazione: “L’obiettivo era aprire un tavolo e interrompere la procedura”, ha spiegato Poletti, annunciando ora l’avvio di un “confronto molto serrato tra sindacati e azienda”, con la supervisione del Governo e delle istituzioni locali.

L’azienda precisa, però, che si tratta di una “temporanea interruzione della procedura di mobilità fino al 21 ottobre“: “Ci siamo dati queste tre settimane di tempo, bloccando la procedura, per dialogare senza un orologio e trovare un meccanismo per gestire gli esuberi nel modo più soft possibile”, ha detto all’Ansa l’A.d. Roberto Scaramella, aprendo anche alla possibilità che i numeri degli esuberi vengano ridotti un po’. Tuttavia, “se non si trova un consenso su un meccanismo condiviso per gestire gli esuberi – ha puntualizzato – dovremo riaprire la procedura”.